venerdì 29 aprile 2022

Pizza "Pistacchio"

 











Ingredienti per 3 persone:



  • 480 g di Farina 0 W280
  • 280 ml acqua a temperatura ambiente
  • 1,3 g di lievito fresco
  • 14 g di sale fino
  • 10 ml di olio evo




Procedimento:




In una ciotola capiente versare tutta l'acqua e sciogliere il lievito.
Versare metà sul totale della farina e cominciare ad impastare.
Aggiungere a pioggia la restante farina e continuare ad impastare
per circa 10 minuti.
Inserire sale ed olio e continuare a lavorare l'impasto
fino al completo assorbimento degli ingredienti.
Coprire la ciotola con un panno e lasciare riposare per 30 minuti.
Riprendere ad impastare finché l'impasto non risulti liscio ed omogeneo.
Coprire l'impasto con un panno umido e
lasciare lievitare in un luogo caldo per 3 ore.
Passate le 16 ore procedere con lo staglio e la formatura dei panetti da 260 g.
Coprire i panetti e lasciare lievitare per 5 ore.


Ora passiamo alla stesura del panetto:
Sul piano da lavoro da un lato cospargere di semola.
Rovesciare con delicatezza il panetto.
Iniziare la stesura con i polpastrelli,
partendo dal centro verso l'esterno,
facendo attenzione a non schiacciare i bordi,
continuate ad allargare il disco di pasta sulle nocche.
Disponete la pizza sulla pala e copritela con il panno.




Ingredienti per il condimento:



  • 3 etti di Mortadella con Pistacchio
  • 3 Mozzarelle 
  • Pesto al Pistacchio q.b.
  • Granella di Pistacchi
  • gocce di aceto balsamico (opzionale)




Procedimento:





Prendete le pizze stese e cospargete con la Mozzarella a cubetti (scolata)
in modo uniforme,
condire con un filo d'olio e infornare a 200°C per 10-15 min.
Sfornare le pizze e condirle con il Pesto di Pistacchi.
Disponete la Mortadella a ciuffetti sulle pizze.
Cospargete con la Granella di Pistacchi.
Servite ben calde!
Buon appetito!







martedì 26 aprile 2022

Sagne e Fagioli

 













La linea Dumì rende omaggio al nonno Domenico
che si dedicava con particolare passione alla produzione di questo vino,
nel quale era riuscito a incarnare l'amore per la campagna,
dove era nato e cresciuto.
Questa linea di vini ha vinto il prestigioso Premio Bere bene 2020
targato Gambero Rosso.


Caratteristiche

Vitigno: Montepulciano 100%
Vendemmia: Ultimi giorni di settembre primi di ottobre
Vinificazione: Pigiatura soffice delle uve.
Fermentazione a temperatura controllata in serbatoi di acciaio
Affinamento: In serbatoi di acciaio
Caratteristiche: Vino dal colore rosso,
all'olfatto intenso e complesso;
fruttato e leggermente speziato;
abbastanza tannico, equilibrato, armonico
Grado alcolico: 13,5% vol.
Temperatura di servizio: 14-16°C
Abbinamento consigliato: Carni rosse e formaggi


Premi
  • BereBene Gambero Rosso 2021
  • Wine Enthusiast 2019 Dumì Montepulciano D'Abruzzo,
  • Punteggio 85/100 (vino annata 2016)
  • 𝟓S𝐭𝐚𝐫W𝐢𝐧𝐞𝐬 The book


Cari lettori vi consiglio di acquistare i loro vini sono DOC 
avete lo sconto del 10% inserendo il codice paola10


Ho pensato di fare SAGNE E FAGIOLI è perfetto con il

Le Sagne a base di farina acqua e sale,
piatto povero di origine contadina dalla forma rettangolare, 
in base alla destinazione d'uso o
alla zona si presentano con varie forme e grandezze,
piccole listarelle "sagne o tajarelle",
rombi più ampi "pettele o pettelozze"
piccoli quadrati "taccunelle".
Questo formato di pasta viene destinato per la preparazione di
Sagne e fagioli con l'aggiunta delle cotiche di maiale.
E' molto comune anche l'uso dei ceci che si distingue 
per l'aspetto tipo a minestra,
più brodoso con il sugo di pomodoro.
Io non ho trovato le cotiche ho aggiunto la pancetta dolce e fagioli borlotti.
Il risultato molto cremosa, buonissimo.



Ingredienti per 4 persone:



  • 400 g di Farina di grano duro
  • 250 ml di Acqua
  • 200 g di Fagioli Borlotti
  • Passato di pomodoro
  • 200 g di Pancetta dolce
  • Peperoncino fresco o macinato
  • Olio evo
  • Soffritto di sedano,carota e cipolla












Procedimento:




Versate la farina sul piano di lavoro ed iniziate ad aggiungere
l'acqua tiepida formando una pastella al centro,
un pizzico di sale e due-tre cucchiai di olio,
man mano raccogliete un po' di farina ed iniziate a formare una palla.
L'impasto deve risultare consistente e lavorabile.
Fate riposare l'impasto (coperto) per 30 minuti.
Dopo il riposo fate le sfoglie (con la macchinetta da 0 fino a 4),
cospargete di semola le sfoglie e passatele nel rullo delle fettuccine.
Disponete le fettuccine in lunghezza e tagliate le Sagne a 5 cm.
Mettete le sagne sui vassoi ben infarinati di semola e lasciate riposare.


Per il condimento:


In una padella fate rosolare il trito di sedano, carota e cipolla,
aggiungete la pancetta tagliata a cubetti e fate cuocere per qualche istante.
Unite i fagioli borlotti (messi in ammollo 12 ore e bolliti per un'oretta
finché diventano teneri ma non si devono frantumarsi), la salsa di pomodoro,
il peperoncino tagliato a pezzi e
lasciate cuocere fino a quando non si ritira,
deve risultare un po' liquido.
Spegnete.


Cottura della pasta:


La cottura va fatta in una pentola grande con abbondante acqua fredda.
Portiamo a bollore e versiamo il sale grosso e un filo d'olio(per evitare che la pasta si attacca).
Buttate le Sagne e mescolate delicatamente.
Quando vengono in superficie dopo 3-4 minuti sono pronti.
Scolate e versatele direttamente nella padella del condimento,
mescolate.
Se occorre aggiungete l'acqua di cottura della pasta.
Servite subito














venerdì 15 aprile 2022

Gnocchi Cozze e Zafferano

 













Lo Zafferano è una spezia che si ottiene dagli stigmi del fiore Crocus sativus.

La pianta di Zafferano cresce fino a 20-30 cm e dona fino a quattro fiori,

ognuno con tre stigmi color cremisi intenso.

Gli steli e gli stigmi vengono raccolti a mano e fatti seccare per gli usi in cucina 

come condimento e colorante.

Per un chilogrammo di spezia occorrono circa centoventi mila fiori.

Ha un costo molto elevato al chilogrammo.

La raccolta dei fiori avviene tra ottobre e novembre.

Lo Zafferano dell'Aquila è caratterizzato da un alto contenuto in safranale e crocina,

una forma specifica dei pistilli,

un aroma pungente ed un colore intenso;

cresce esclusivamente in otto ettari sull'altopiano di Navelli(AQ).

Venne introdotto per la prima volta da un monaco domenicano

durante l'epoca dell'inquisizione spagnola.

La più grande coltivazione dello Zafferano di 40 ettari si trova in Sardegna

a San Gavino Monreale.

Zafferano (spezia)








Pregiato Zafferano in fili coltivato nel cuore della Marsica. 

Un ingrediente raro e pregiato, protagonista di piatti dolci e salati di altissima qualità. 

Zafferano in fili di grande qualità coltivato nel rispetto della tradizione e 
dell’attenzione ai particolari. 

Da aggiungere a fine cottura, si sposa con una grande varietà di piatti, 
dal risotto alle zuppe, ai sughi, agli stufati di carne e di pesce. 

Aggiunto in minima quantità dona alle pietanze un colore giallo intenso e 
un gradevolissimo aroma. 

Numerose le proprietà di questa spezia come antiossidante, 
presenza di vitamine A, B1 e B2 ma anche azione calmante, analgesica e antispasmodica.


Mary Vischetti del blog UnAmericanatragliOrsi

mi ha invitata ad unirmi al gruppo di blogger abruzzesi su Instagram

#gustosoabruzzo

organizzato da Niva Nevole e nuvole

Francesca Polvere di spezie

Mary UnAmericanatragliOrsi

Ogni 15 del mese faremo conoscere un prodotto

tipico dell'Abruzzo con una ricetta 

Per il mese di Aprile hanno scelto lo Zafferano


Gli Gnocchi allo Zafferano e Cozze è un primo piatto ricco,

stuzzicante e bello a vederlo.

 Provatelo!









Per questo delizioso piatto è perfetto una bottiglia di vino bianco

Abruzzo Pecorino DOP - Cantina Terzini

potete acquistare su Store inserendo il codice sconto paola10


Linea Terzini



Appartengono alla Linea Terzini vini in purezza a Denominazione di Origine Controllata.
MontepulcianoCerasuoloTrebbianoPecorino: sono il fiore all'occhiello
prodotto da vitigni autoctoni, che hanno portato in tutto il mondo
ad ottenere riconoscimenti più importanti
del settore vinicolo.
Questa linea di vini nasce per arrivare sulle tavole di tutto il mondo,
ristoranti o case poco importa.
Quello che conta è la soddisfazione della gente che gusta il vino Terzini


Caratteristiche

Vitigno: Pecorino 100%

Zona di produzione: Tocco da Casauria (PE)

Vendemmia: Ultimi giorni di agosto.

Raccolta manuale dei grappoli.

Le uve accuratamente selezionate giungono in cantina

trasportate in cassette di legno da 15kg.

Vinificazione: Pigiatura soffice delle uve.

Fermentazione a temperatura controllata in serbatoi di acciaio.

Caratteristiche: Cristallino, di colore giallo paglierino, consistente.

L'olfatto intenso e complesso,

fruttato con sentori di frutto a polpa bianca, mineralità.

Leggermente vegetale e fragrante, fresco,

persistente ed equilibrato.

Grado alcolico: 13,5% vol.

Temperatura di servizio: 10-12°C

Abbinamento consigliato: Vino adatto ad accompagnare primi piatti

a base di pesce o verdure.

Formaggi, carni bianche e pesce.


La sesta edizione di 5StarWines & Wine Without Walls, tenutasi dall’1 al 3 aprile a Verona,
ha visto protagonisti 4 vini Terzini che si sono aggiudicati il premio 𝟓S𝐭𝐚𝐫W𝐢𝐧𝐞𝐬.

Il 𝗠𝗼𝗻𝘁𝗲𝗽𝘂𝗹𝗰𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗱’𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣,

𝗧𝗿𝗲𝗯𝗯𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗱'𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣,

𝗣𝗲𝗰𝗼𝗿𝗶𝗻𝗼 𝗱’𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣 ed il 𝗠𝗼𝗻𝘁𝗲𝗽𝘂𝗹𝗰𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗱’𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣 𝗹𝗶𝗻𝗲𝗮 𝗗𝘂𝗺ì,

sono stati inseriti nella guida 5StarWines - the Book che funge da garanzia

di qualità per i vini in essa contenuti e certifica il loro valore sul mercato globale.





Ora passiamo alla ricetta:


Ingredienti per 4 persone:







Per il condimento:







Procedimento per gli gnocchi:




Per prima cosa lavate con cura le patate.
Cuocetele con la buccia in abbondante acqua fredda per circa 20-25 min.
Scolate solo quando risultano morbide (facendo la prova con una forchetta).
Una volta cotte lasciatele raffreddare un pochino e dopo sbucciatele.
Per schiacciarle utilizzate uno schiaccia-patate.
Fate raffreddare la purea per almeno 15 min.
Deve essere ben fredda al tatto così assorbe meno farina.
Ora aggiungete il sale, l'uovo sbattuto e la farina.
Impastate poco e velocemente fino ad assemblare tutti gli ingredienti.
Formate una palla e realizzate subito gli gnocchi.
Fatevi aiutare dai vostri bimbi o mariti.
Il mio marito ama solo rigare gli gnocchi :)
Tagliate tanti pezzi d'impasto e formate dei cordoncini e tagliate a 2 cm.
Rigate con una forchetta o con l'attrezzo Riga-gnocchi leggermente infarinato.
Man mano che realizzate gli gnocchi disponeteli in vassoio
sempre infarinato con la semola.
lasciate riposare all'aria per 20-40 min.





Procedimento per il condimento:




In una padella versate due cucchiai d'olio extravergine d'oliva,
lo spicchio d'aglio in camicia, i gambi del prezzemolo,
il peperoncino tritato e le cozze pulite,
coprite con il coperchio e fate aprire i molluschi (basterà pochi istanti).
Spegnete e filtrate il liquido delle cozze,
mettete da parte che servirà per far sciogliere lo zafferano in fili.
In una padella capiente versate il liquido delle cozze(tiepido),
lo Zafferano in fili e lasciamo in infusione per qualche secondo.
Finirà di sciogliersi quando andremo a mantecare gli gnocchi con le cozze.




Cottura degli gnocchi:




La cottura va fatta in una pentola grande con abbondante acqua fredda.
Portiamo a bollore e versiamo il sale grosso e un filo d'olio(per evitare che la pasta si attacca).
Tuffate gli gnocchi e non girate subito
potrebbero perdere la forma.
Gli gnocchi sono pronti quando salgono in superficie.
Scolateli con un mestolo forato e versateli nella padella del condimento.
Saltate gli gnocchi con le cozze sgusciate e completate con il prezzemolo tritato..
Servite subito!

Buon Appetito!

Con gli Gnocchi cozze e zafferano ci beviamo un buon calice di vino bianco fresco






lunedì 28 marzo 2022

Pizza Calabrese alla N'Duja

 








Linea Terzini



Appartengono alla Linea Terzini vini in purezza a Denominazione di Origine Controllata.
MontepulcianoCerasuoloTrebbianoPecorino: sono il fiore all'occhiello
prodotto da vitigni autoctoni, che hanno portato in tutto il mondo
ad ottenere riconoscimenti più importanti
del settore vinicolo.
Questa linea di vini nasce per arrivare sulle tavole di tutto il mondo,
ristoranti o case poco importa.
Quello che conta è la soddisfazione della gente che gusta il vino Terzini




Caratteristiche

Vitigno: Montepulciano 100%
Vendemmia: ultimi giorni di settembre primi di ottobre.
Raccolta manuale dei grappoli.
le uve accuratamente selezionate giungono in cantina
trasportate in cassette di legno da 15kg.
Vinificazione: pigiatura soffice delle uve.
Fermentazione a temperatura controllata in serbatoi di acciaio.
Affinamento: in serbatoi di acciaio
Caratteristiche: limpido, rosa cerasuolo, fragrante e con sentori di frutto rosso,
fresco, consistente, persistente ed equilibrato.
Grado alcolico: 14%vol.
Temperatura di servizio: 12-14°C
Abbinamento consigliato: risotti, pasta, zuppe, brodo,
formaggi, carni bianche e pesce.


Il Cerasuolo ha ricevuto bellissimi premi :


  • Gran Medaglia d'Oro, Concours Mondial de Bruxelles 2021.
  • Premio Rivelazione "Miglior Rosato d'Italia", Concours Mondial de Bruxelles 2021.
  • Medaglia d'Argento, Decanter World Wine Awards 2020, Cerasuolo D’Abruzzo, Punteggio 90 
  • (vino annata 2019)
  • Premio "Quattro Rose" Rosa Rosati Rosè 2020 - La Guida al Bere Rosa
  • Premio Enologico Internazionale di Vinitaly 2020 - Medaglia 5Star Wines (punteggio 92)
  • Premio Douja D’Or 2019, 47° Concorso Nazionale Vini Doc/Docg/Igp, (vino annata 2018)
  • Premio Qualità Italia 2019
  • Commented (menzione) Decanter World Wine Awards, 83 punti, Londra 2017 (vino annata 2016)
  • Premio Miglior Abbinamento Pink Festival Awards 2017 Cannes, Il Cerasuolo d'Abruzzo Terzini 2016 risulta il miglior abbinamento con il 
  • piatto proposto da Fréderic Gigou, sous chef del celebre JW Mariott Cannes.(annata vino 2016)
  • PRIX DU SOMMELIER 2017, Primo ed unico Premio Miglior Rosé Pink Festival Awards 2017,Cannes, Riconoscimento anche da parte del miglior sommelier Europa e Francia, Franck Thomas (annata vino 2016)
  • Premio Qualità Italia 2016, Vini Rosati (vino annata 2015)
  • Premio Douja D’Or 2015, 43° Concorso Nazionale Vini Doc/Docg, (vino annata 2014)
  • Medaglia d’Oro, China Wine & Spirits Awards (CWSA), Hong Kong 2014 (vino annata 2013)
  • Premio Douja D’Or 2014, 42° Concorso Nazionale Vini Doc/Docg, (vino annata 2013)
  • Gran Menzione, 22° Concorso Enologico Internazionale, Vinitaly 2014. (vino annata 2013)
  • Miglior Cerasuolo, Pescara Abruzzo Wine 2013. (annata 2012)
  • Premio Douja D’Or 2013, 41° Concorso Nazionale Vini Doc/Docg, punteggio 87/100 
  • (vino annata 2012)
  • Medaglia d’Oro, 2° Selezione Internazionale Vini Da Pesce (vino annata 2012)
  • Medaglia D’Argento, Concours Mondial de Bruxelles 2013 (vino annata 2012)
  • Diploma di Gran Menzione, 20° Concorso Enologico Internazionale, Vinitaly 2012 
  • (vino annata 2011)
  • Diploma di Merito Miglior Vino Rosato, 1° Concorso Enologico Nazionale dei Vini Rosati D’Italia 2012 (vino annata 2011)
  • Medaglia D’ Argento, 11° Concorso Enologico Internazionale Selezione del Sindaco, 2012 
  • (vino annata 2011)
  • Diploma di Gran Menzione, 19° Concorso Enologico Internazionale , Vinitaly 2011 
  • (vino annata 2010)


Vi lascio i contatti dell'azienda e vi consiglio di acquistarli su Store Terzini
inserendo il codice sconto del 10%
paola10

Azienda Agricola Terzini
+39 085 915 8147
via Roma 52, 65028
Tocco da Casauria (PE)
Italy

info@cantinaterzini.it


🍇🍇🍇



Ingredienti per 3 persone:



  • 480 g di Farina 0 W280
  • 280 ml acqua a temperatura ambiente
  • 1,3 g di lievito fresco
  • 14 g di sale fino
  • 10 ml di olio evo




Procedimento:




In una ciotola capiente versare tutta l'acqua e sciogliere il lievito.
Versare metà sul totale della farina e cominciare ad impastare.
Aggiungere a pioggia la restante farina e continuare ad impastare
per circa 10 minuti.
Inserire sale ed olio e continuare a lavorare l'impasto
fino al completo assorbimento degli ingredienti.
Coprire la ciotola con un panno e lasciare riposare per 30 minuti.
Riprendere ad impastare finché l'impasto non risulti liscio ed omogeneo.
Coprire l'impasto con un panno umido e
lasciare lievitare in un luogo caldo per 3 ore.
Passate le 16 ore procedere con lo staglio e la formatura dei panetti da 260 g.
Coprire i panetti e lasciare lievitare per 5 ore.


Ora passiamo alla stesura del panetto:
Sul piano da lavoro da un lato cospargere di semola.
Rovesciare con delicatezza il panetto.
Iniziare la stesura con i polpastrelli,
partendo dal centro verso l'esterno,
facendo attenzione a non schiacciare i bordi,
continuate ad allargare il disco di pasta sulle nocche.
Disponete la pizza sulla pala e copritela con il panno.




Ingredienti per il condimento:



  • 3 Mozzarelle
  • 250 g di Salame n'duja
  • Polpa di Pomodoro
  • 2 Cipolle di Tropea
  • 3-4 cucchiai di olio evo
  • Sale



Procedimento:




Una volta che avete steso le pizze,
condite con la salsa di pomodoro.
Affettate le cipolle molto sottili, salatele,
conditele con qualche cucchiaio d'olio e
cospargetele sulle pizze.
Tagliate le mozzarelle a cubetti e asciugate su carta assorbente da cucina.
Spezzate la polpa del salame e distribuitelo sulle pizze 
con la mozzarella a dadini.
Infornate a 200°C per circa 10-15 minuti.

La n'duja calabrese è un insaccato ottenuto da carne mista
macinata con polvere di peperoncino.
L'abbinamento con la cipolla di Tropea, 
dalla polpa rossa e dolcissima,
rende questa pizza particolarmente saporita.


Ci beviamo un buon calice di vino







martedì 8 marzo 2022

Strangozzi con sugo di polpettine

 






Ingredienti per la pasta:



  • 125 g di Farina di grano tenero
  • 125 g di Semola di grano duro
  • 130 ml di acqua fredda
  • 1-2 cucchiai di olio extravergine d'oliva



Per il sugo:



  • Passato di pomodoro
  • Basilico
  • Olio extravergine d'oliva
  • Sale fino
  • 350 g di Carne mista macinato (maiale e manzo)
  • Noce moscata



Procedimento per la pasta:




In una ciotola versate le due farine e mescolate bene.
Trasferite il tutto sulla spianatoia,
formate la classica fontana con il buco al centro,
aggiungete l'acqua poco alla volta,
cominciate a impastare.
Quando gli ingredienti cominceranno ad amalgamarsi,
unite l'olio e continuate ad impastare fino a rendere l'impasto
liscio e morbido,
dando la forma di una palla.
Fate riposare l'impasto per 10-15 minuti avvolto con pellicola,
affinché diventa ben elastico.
Stendete con un mattarello la sfoglia di uno spessore di 2-3 mm.
Infarinate la superficie e arrotolatela su se stessa.
Tagliate gli Strangozzi a fettine spesse di circa 1 cm,
che aprirete e separate man mano ricavandone degli spaghettoni.
Infarinate leggermente la pasta e lasciate asciugare.











Appartengono alla Linea Terzini vini in purezza a Denominazione di Origine Controllata.
MontepulcianoCerasuoloTrebbianoPecorino: sono il fiore all'occhiello
prodotto da vitigni autoctoni, che hanno portato in tutto il mondo
ad ottenere riconoscimenti più importanti
del settore vinicolo.
Questa linea di vini nasce per arrivare sulle tavole di tutto il mondo,
ristoranti o case poco importa.
Quello che conta è la soddisfazione della gente che gusta il vino Terzini

Se acquistate il vino su Store - Cantina Terzini
avete il 10% di sconto inserendo il codice paola10


🍇🍇🍇


Caratteristiche



Vitigno: Montepulciano 100%
Zona di produzione: Tocco da Casauria (PE) Abruzzo - Italia
Tipologia del terreno: Argilloso
Altitudine vigneto: 350 m.s.m.
Sistema di allevamento: Pergola Abruzzese
Resa: 80/90 quintali Ha
Densità di impianto: 1600 piante per ettaro
Vendemmia: primi mesi di ottobre attenta scelta visiva dei grappoli 
raccolti manualmente.
Le uve accuratamente selezionate giungono in cantina trasportate 
in cassette di legno da 15 kg
Vinificazione: Pigiatura soffice delle uve,
macerazione prolungata per almeno 20 giorni in piccoli
vinificatori di acciaio.
Fermentazione controllata in serbatoi di acciaio.
Affinamento: 12 mesi in serbatoi di acciaio più 12 mesi in barriques
con successivo riposo di 4 mesi in bottiglia.
Caratteristiche: Colore rosso rubino con leggeri riflessi porpora, consistente;
all'olfatto intenso e complesso; sentore di frutto rosso maturo
tendente alla confettura, speziato, note di liquirizia e vaniglia,
robusto, abbastanza tannico, equilibrato,
persistente e armonico.


Berlo al meglio


Grado alcolico: 14,5% vol.
Temperatura di servizio: 16/18°C
Abbinamento consigliato: Agnello, carni rosse, formaggi stagionati, cioccolato fondente




Procedimento per il sugo di polpettine:




Il giorno prima preparate le polpettine:
In una ciotola versate il macinato,
unite l'uovo, il sale e pepe macinato.
Mescolate bene e fatelo riposare in frigo per 10-15 minuti,
coperto con pellicola.
Trascorso il tempo di riposo,
formate tante piccole polpettine e disponeteli su un vassoio di carta.
Ci vuole tanta pazienza fatevi aiutare dai figli :)
io da mio marito.
Una volta terminato di fare le polpettine coprite il vassoio con pellicola
e mettetelo in frigo fino al giorno dopo.

La mattina fate un buon classico sugo al basilico
(meglio il passato di pomodoro fatto in casa).

Cuocete le polpettine a parte in una padella con un filo d'olio,
per pochi secondi.



La cottura della pasta fresca:
In una casseruola grande versate abbondante acqua fredda,
a bollore unite il sale grosso e un filo d'olio evo (per non fare attaccare la pasta).
Cuocete la pasta al dente e scolatela nella padella del sugo.


Impiattamento:
In un bel piatto da portata disponete la pasta condita con il sugo,
peperoncino se vi piace e due cucchiai di polpettine.
Servite

Con questa buonissima pasta ci beviamo un buon calice di vino rosso