giovedì 6 luglio 2017

Pizza Caprese






PizzaEnzymes è un coadiuvante, frutto di un perfetto bilanciamento tra i migliori enzimi.

Dona stabilità all'impasto e lo rende facilmente lavorabile, grazie all'eccellente equilibrio tra estensibilità e tenacità. In forno, la tua pizza avrà una straordinaria spinta e sarà caratterizzata da un’alveolatura omogenea. PizzaEnzymes elimina la gommosità, rendendo la pizza sempre croccante, di un perfetto colore dorato e con il gusto tipico della migliore tradizione Italiana. Adatto per tutti i tipi di pizza (napoletana, romana, in teglia, in pala, ecc.)


Dosaggio: 
1% di PizzaEnzymes calcolato sul peso della farina (es. 10 gr. PizzaEnzymes per 1 Kg di Farina).
Modalità di utilizzo
utilizzare PizzaEnzymes insieme alla farina durante l’impasto e ridurre del 5% circa la quantità di acqua abitualmente utilizzata nella ricetta



Ingredienti:



Per il condimento:

  • 1 mozzarella
  • 2 pomodori
  • basilico q.b.
  • olio extravergine d'oliva


Procedimento:



Nella ciotola versate metà dell'acqua a temperatura ambiente, il sale, 100 g di farina e il lievito in polvere.Mescolate il tutto con una spatola. Versate pian piano il resto della farina con il coadiuvante e mescolate fino a quando non avrà assorbito bene l'acqua, deve risultare morbido ed elastico.
Versate l'impasto sul piano di lavoro infarinato e lavoratelo ancora per 15 minuti. Se avete fatto un buon lavoro l'impasto dovrà risultare umido al tatto senza che si attacchi alle mani.
Ora lasciatelo lievitare per due ore coperto con un panno e lontano da correnti d'aria. Trascorso il primo tempo di lievitazione formiamo i panetti che vanno da un peso di 180g a un max di 250-300g.
A questo punto i panetti devono lievitare per altre due ore. Se la lievitazione è avvenuta correttamente l'impasto lo vedrete lievitato in larghezza che in altezza. Ora sul piano di lavoro infarinato cominciamo a stendere le nostre pizze. Disponetele nelle teglie e versate un filo d'olio.
Cuocetele per 4 minuti al max della potenza del vostro forno, devono risultare leggermente dorati.
La mia pizza non lo cotta molto croccante per via della gengiva gonfia :(
Ora tagliate i pomodori e la mozzarella e disponeteli sulla pizza con un pizzico di sale, abbondante basilico, origano e un filo d'olio. Servite la pizza caprese e buon appetito!

Vi ricordo che è in corso il nostro contest Impastiamo insieme
Vi aspettiamo numerosi :)




sabato 1 luglio 2017

Contest " Impastiamo Insieme " in collaborazione con la mia amica Floriana del blog "Semi di Vaniglia"




Immagine preso da internet


Stanno per arrivare le vacanze, manca poco. Per superare questo ultimo periodo di lavoro distraetevi partecipando a un nuovo contest che organizzo insieme alla mia amica Floriana del blog Semi di Vaniglia, con la collaborazione di Ruggeri shop.

Il tema del contest è la Farina, quindi preparazioni salate e dolci  che abbiano come ingrediente principale la farina (ogni tipo di farina).

Dal momento che il contest è ideato in collaborazione con Floriana, ci divideremo le ricette in questo modo:


  • al Blog di Floriana andranno inviate le ricette delle preparazioni dolci: biscotti, torte, crostate, brioches, ecc.
  • al mio blog andranno inviate invece le ricette salate: pane, pizze, pasta, torte salate, ecc.

         

         Ecco il banner per il contest:




Alcuni elementi del banner sono stati presi dal sito Frepik.com


         Ed ecco le regole per partecipare:


  1. il contest inizia oggi, 1 luglio 2017  e termina alle 23.59 del 31 luglio 2017; non saranno accettate ricette pervenute successivamente a tale data;
  2. per una questione pratica e di visibilità, possono partecipare solamente chi ha un blog;
  3. potrebbe sembrare superfluo dirlo, ma sono esclusi dal contest tutti i cuochi di professione;
  4. si può partecipare con un massimo di 3 ricette per categoria;
  5. bisogna lasciare un commento a questo post per le ricette salate, oppure un commento al Blog di Floriana se partecipate con una ricetta dolce, mettendo il link del post con cui intendete partecipare;
  6. dovrete prelevare il banner del contest e inserirlo in fondo alla vostra ricetta, e nella colonna laterale della home page del vostro blog o nella pagina dedicata ai contest, e scrivere "con questa ricetta partecipo al contest Impastiamo insieme ideato da Paola e Floriana dei blog Cucinando con Paola e Semi di Vanigliamettendo il link a questa pagina se partecipate con una ricetta salata, o alla Pagina di Floriana se partecipate con una ricetta dolce;
  7. la ricetta deve essere pensata per questo contest, quindi nuova, mai postata prima (ci affidiamo all'onestà dei partecipanti);
  8. potete partecipare con la stessa ricetta anche ad altri contest;
  9. non è necessario che diventiate followers del mio blog o del blog di Floriana, ma ovviamente ci farebbe piacere; 
  10. ci saranno due vincitori, uno per la categoria salata e uno per la categoria dolce. 
          
          
          E veniamo ai premi. Ci saranno due vincitori e quindi anche due premi.





          I premi sono messi a disposizione da Ruggeri Shop, che ringraziamo, e sono:

          
          
          Per la categoria " Ricette salate":


         



















         
              
                    Per la categoria " Ricette dolci" :























Aspettiamo le vostre ricette!


Elenco ricette salate, in ordine di arrivo:










                 



mercoledì 21 giugno 2017

Waffles alla Pizza





Ricetta di Elisabetta La Cerra



Ingredienti:


  • 300 g di farina di grano tenero
  • 300 ml di latte
  • 50 g di burro fuso freddo
  • 2 uova intere
  • 8 g di lievito per torte salate
  • 150 g di pomodorini a cubetti
  • 20 capperi
  • 1 cucchiaino di origano
  • 1 pizzico di sale


Procedimento:



Versate la farina setacciata con il lievito in una ciotola, unite il sale, il latte, il burro fuso freddo, le uova sbattute. Mescolate con una frusta per evitare che si formino grumi, aggiungete i pomodorini a cubetti, l'origano e i capperi sminuzzati, amalgamate bene il tutto. Ora preriscaldate la macchina per i waffel e spennellate di burro sciolto lo stampo. Versate a cucchiaiate il composto(tre cucchiai) e cuocete i waffel finché diventano dorati. Farcite con la mozzarella o provola affumicata.
Servite tiepidi! 


sabato 17 giugno 2017

Torta salata con agretti e olive nere Itrana Ficacci




Tartellette di farro di Sara Querzola


Gli Agretti hanno un sapore un po' acidulo, terroso,
le radici sono rossastre e ricordano l'erba cipollina.
Uno dei metodi più classici di cucinare gli agretti sono lessati e conditi con olio, sale e limone.
Può arricchire un buon piatto di pasta, oppure una buona torta salata come questa ricetta che vi presenterò:
Torta salata con agretti formaggio di capra e olive nere



Ingredienti per la pasta Quiche:


  • 200 g di farina di farro (per me grano tenero)
  • 90 g di burro freddo
  • 1 uovo medio
  • 10 ml di acqua fredda
  • sale


Ingredienti per il ripieno:


  • 1 mazzo di agretti
  • 100 g di feta (per me formaggio di capra semi stagionato)
  • 60 g di fiocchi di latte (aggiunto da me)
  • 2 uova
  • panna liquida (non lo aggiunto)
  • 80 g di olive nere Itrana Ficacci
  • scorza di limone grattugiata (a piacere)
  • sale & pepe


Procedimento:



Mettiamo la farina, il burro a cubetti e il sale nel mixer, azionatelo fino a ottenere un composto bricioloso. Unite l'uovo e poco dopo l'acqua, versandola pian piano regolatevi in baso alla consistenza. Formate una palla e lasciate riposare l'impasto in frigorifero per almeno un'ora.
Ora pulite gli agretti eliminando le estremità rossastre. Lavateli con cura e poneteli in una casseruola con un poca acqua. Aggiungete poco sale e cuoceteli fino a quando saranno diventati teneri.
Trasferiteli in uno scolapasta, bloccate la cottura con abbondante acqua fredda e scolateli per bene.
Stendete la pasta con un mattarello portandola allo spessore di 5 mm, disponetelo in uno stampo da crostata. Bucherellate il fondo e versate gli agretti, arrotolandoli. In una ciotola sbattete le uova, unite i fiocchi di latte, il formaggio di capra grattugiato e la scorza del limone grattugiata a piacere.
Regolate di sale e pepe e versatelo sugli agretti. Disponete le olive nere snocciolate e infornate a 180°C per circa 40 minuti. Lasciate intiepidire e servite!









venerdì 16 giugno 2017

Malloreddus allo zafferano con Salmone affumicato Zucchine e cozze






Le origini di questo prodotto affondano le proprie radici in una secolare tradizione. 
Anticamente questa particolare forma si otteneva premendo sapientemente l’impasto con le dita, imprimendo le caratteristiche righe sottili con una lieve pressione su un cesto in paglia.
Ispirati dalla pasta fatta in casa secondo la più antica tradizione, la nostra pasta nasce esclusivamente da trafile in bronzo, metodo che consente di ottenere una pasta rugosa, bella da vedere e piacevole al tatto, capace di catturare e trattenere il condimento, ed esaltare qualsiasi tipo di ricetta. Il processo di essiccazione lento, a bassa temperatura, rende la pasta più saporita e profumata in cottura, preservandone l’alto contenuto proteico. La scelta delle migliori semole ed un costante e rigoroso controllo su tutto il sistema igienico sanitario garantiscono la massima genuinità dei nostri prodotti.





Ingredienti:









Procedimento:



In una padella capiente versate due cucchiai d'olio e un goccio d'acqua e fate cuocere le cozze per due minuti, spegnete. Lavate e asciugate le zucchine e tagliate le estremità, dividete a metà nel senso della lunghezza e scavate un po' la polpa. Tagliate la zucchina a listarelle e fateli cuocere in una piccola padella con un filo d'olio per pochi minuti,salate, devono rimanere croccanti.
Ora aggiungete le zucchine cotte nella padella delle cozze. Cuocete I Malloreddus allo Zafferano  per 12 minuti, meglio un po' al dente. Saltate la pasta nella padella con le zucchine e cozze, cospargete con il prezzemolo tritato. Per ultimo aggiungete i straccetti di salmone affumicato e mescolate. Buon appetito!





mercoledì 14 giugno 2017

Risotto con asparagi e dadolata di olive nere Itrana Ficacci






Ingredienti per 4 persone:



  • 300 g di riso carnaroli
  • 250 g di asparagi
  • 85 g di Olive nere Itrana Ficacci
  • 1 scalogno
  • 2 lt di brodo vegetale
  • burro
  • formaggio grattugiato






Procedimento:


Per prima cosa tritate le olive nel mixer e metteteli da parte. Pulite gli asparagi senza pelarli, tagliate le punte e metteteli da parte. Il resto a tocchetti piccoli. Tritate lo scalogno e fatelo dorare in un pentolino con un filo d'olio, aggiungete gli asparagi e salate. Fatelo rosolare per alcuni minuti e poi bagnate con un mestolo di brodo e portate a cottura. In una pentola fate tostare il riso con olio e sale. Bagnate con il vino bianco, fate sfumare e pian piano versate il brodo.
Aggiungete gli asparagi e continuate la cottura del riso. Mantecate con il burro e formaggio.
In un pentolino scaldate un po' d'olio e cuocete le punte degli asparagi, aggiungete qualche cucchiaio di brodo e cuocete per alcuni minuti, devono rimanere croccanti. Servite il risotto molto caldo, decorate con le punte degli asparagi e le olive nere Itrana tagliate a pezzettini.



martedì 13 giugno 2017

Tapenade di olive verdi e nere






Ingredienti:





Procedimento:



Per prima cosa immergete i capperi in una ciotolina con acqua fredda per eliminare il sale in eccesso.
Nel mixer mettete i capperi con metà delle olive nere snocciolate, metà delle acciughe e olio. Tritate gli ingredienti in maniera grossolana. Fate lo stesso procedimento con le olive verdi. Tagliate il pane e tostatelo nel forno (funzione grill) per 5 minuti circa. Spalmate la tapenate di olive nere e verdi sui crostoni. Servite la Tapenade di olive verdi e nere aromatizzata di pepe.



domenica 11 giugno 2017

Tagliatelle alla farina di Kamut e Basilico




Ho preso spunto qui:



Il Kamut è una varietà di farina di grano duro.
Ricco di proteine è ben digeribile anche chi ha problemi di tollerabilità al frumento.
Possiede un alto contenuto di Selenio che, abbinato alle Vitamine E, A e C,
inibisce la formazione di radicali liberi.

L'analisi completa del Kamut contiene 8 minerali su 9
e fino al 65% in più di aminoacidi rispetto ad altri tipi di grano.
Ha un alto livello proteico e contenuto di lipidi.
I suoi carboidrati complessi hanno strutturalmente un alto valore nutritivo.

  

Ingredienti:















Procedimento:



Lavate il basilico, asciugatelo e tritatelo finemente. Su una spianatoia mettete la farina a fontana, versate le uova sbattute con un pizzico di sale, il basilico tritato e un filo d'olio. Impastate il tutto per 15 minuti fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Lasciate riposare l'impasto per almeno mezz'ora coperto con un canovaccio. Dividete l'impasto in tanti piccoli panetti e stendete la sfoglia con la sfogliatrice.Ora passate a tagliare le tagliatelle con il rullo e disponete la pasta su un piano di lavoro ben infarinato e lasciatele asciugare. Io li ho conditi con un buon sugo fresco di pomodorini e basilico. 



sabato 10 giugno 2017

Focaccine alle olive Ficacci







La farina di Malto tostato biologica contiene la farina
essiccata di grano tenero tipo 0,
farina d'orzo maltato e la farina di frumento maltato.

Questa farina nasce da un blend ricercato di malti 100% biologici
e dona al pane un caratteristico colore nocciola insieme
ad un gusto pieno ed inconfondibile, con note di caffè e cacao.
E' perfetta per il pane, pizze speciali, focacce, grissini, cracker e tutti i lievitati, anche con i semi.




Ingredienti:










Procedimento:



In una ciotola capiente lavorate la farina con il lievito di birra sbriciolato, l'olio, un pizzico di zucchero, il sale e l'acqua tiepida; unire anche le olive verdi tritati e lavorate l'impasto con le mani per almeno dieci minuti. Lasciate lievitare l'impasto coperto con un canovaccio per almeno due ore a temperatura ambiente. Una volta che l'impasto è ben lievitato, formate tante palline e schiacciatele al centro, spennellate di olio, cospargete con il sale e decorate con le olive tagliate a metà.
Cuocere le focaccine alle olive per circa dieci minuti in forno ventilato a 200°C. Potete accompagnare le focaccine con i salumi. Buon aperitivo!



venerdì 9 giugno 2017

Ciambella alla panna e cacao





                                                     
                           

Ingredienti:



  • 225-250 g di farina Arifa Bio Ruggeri shop
  • 50 g di cacao amaro
  • 3 uova
  • 180 g di zucchero semolato
  • 250 g di panna fresca da montare
  • 1 bustina di vanillina o estratto
  • 50 ml di olio di semi di girasole
  • 1 bustina di lievito per dolci





Procedimento:



La panna non deve essere fredda



Montate le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete la panna a filo e fatela assorbire dall'impasto. Aggiungete l'olio di semi e continuate a montare.
Unite la farina, il lievito setacciati in più riprese e lavorate con le fruste. Ora dividete l'impasto in due parti uguali ad uno aggiungete il cacao e mescolate bene. Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella del diametro di 25 cm e versate l'impasto alla panna e dopo quello al cacao. Ora con una forchetta miscelate un po' i due composti. Infornate il ciambellone nel forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti circa, verificate sempre la cottura con uno stecchino, dovrà risultare asciutto.
Sfornate e lasciate raffreddare completamente. Cospargete di zucchero a velo e servite!






mercoledì 7 giugno 2017

Malloreddus alla campidanese





Ingredienti:








Procedimento:



Per prima cosa pelate i pomodori e privateli dei semi, tagliate a pezzetti. Tritate la cipolla, rosolatela in due cucchiai d'olio per due minuti, poi unite la salsiccia sgranata e una foglia di alloro. Cuocete per dieci minuti. Sfumate con mezzo bicchiere di vino e mezzo bicchiere di acqua calda, nella quale avete sciolto lo zafferano. Aggiungete nella pentola i pomodori a pezzetti e 1 cucchiaino di insaporitori per sughi al pomodoro Ariosto, fate cuocere a fuoco lento per venti minuti. profumate con qualche foglia di basilico e lasciate cuocere per altri dieci minuti. Lessate i Malloreddus medi al dente  e versateli in una ciotola larga, per poterli condire comodamente con il ragù, legandoli con abbondante pecorino grattugiato. Una volta che mescoliamo la pasta condita con il formaggio si scioglierà e donerà un buon sapore alla nostra pietanza. Buon appetito!




lunedì 29 maggio 2017

Pizza Scima



La Pizza Scima ovvero Scema è una focaccia senza lievito
e si presenta leggermente dorato con rilievi romboidali in superficie
facile da fare , ingredienti poveri come la farina, acqua, sale e olio, che rende la pizza fragrante
e croccante conferendole quel sapore tipico che la contraddistingue.
Le varianti, in base all'area di produzione, prevedono a Lanciano l'aggiunta del vino bianco,
mentre in altre zone per attenuare l'aspetto compatto dovuto all'assenza del lievito,
integrano l'impasto con del bicarbonato di sodio così da renderlo più friabile.
Questa ricetta lo dedico alle persone che amo
sono tutta la mia vita vi amo papà, Melissa, zia Carmelina, zia Marisa e mamma in paradiso






Ingredienti:

  • 600 g di farina di grano tenero
  • 1 bicchiere di vino bianco (Trebbiano d'Abruzzo)
  • 1 bicchiere di olio evo
  • sale q.b.





Cono per fritti e per focacce in cartoncino stampato offerto da



Procedimento:


Su una spianatoia versiamo a fontana la farina setacciata e aggiungiamo il sale e poco alla volta l'olio e il vino bianco. Cominciamo a mescolare il tutto e regoliamo la consistenza se occorre aggiungiamo ancora un po' del vino e l'olio. Avremo ottenuto un panetto morbido da stendere, con un mattarello diamo la forma di un cerchio regolare dello spessore di circa 1,5 cm.
Ora con un coltello ben affilato realizziamo delle incisioni per tutta la superficie andiamo a formare dei rombi. Io ho fatto dei quadrati ma va bene lo stesso :) . Questo passaggio è necessario per rendere la pizza facilmente proporzionabile al momento del consumo. Ora aggiungiamo un po' d'olio e sale sulla superficie e la pizza è pronta per essere cotta. Questa pizza come vuole la tradizione si deve cuocere sotto il "coppo" (un grande coperchio concavo di ferro che sfrutta il calore del camino) con molta brace viva sopra e attorno al "coppo" per ottenere una temperatura e cottura omogenea.
Con il "coppo" la pizza scima si cuoce in 40-45 minuti circa e con il tradizionale forno a 250°C in 30 minuti circa.