lunedì 27 giugno 2022

Pizza rossa alla Bufalina

 









Ingredienti per 4 persone:


Per la pasta:







Condimento:
















Procedimento:




In una ciotola capiente versate tutta la farina,
mescolate e iniziate a impastare con l'acqua a temperatura ambiente e 

Per ultimo unite il sale sciolto in un po' d'acqua,
continuate a impastare fino a ottenere una pasta morbida,
omogenea ed elastica.

Lasciate lievitare l'impasto,
coperto da pellicola trasparente,
in forno spento fino al raddoppio del volume
(impiegherà da una a quattro ore, a seconda della temperatura).

Dividete la pasta in quattro parti e formate delle palline.
Lasciate lievitare ancora,
sempre coperte fino al raddoppio del volume
(ci vorranno dai 30 minuti a un'ora e mezza).

Infarinate abbondantemente di semola la spianatoia e appiattite le palline,
iniziando con le punta delle dita e proseguendo con un movimento
rotatorio delle mani.









Caratteristiche:

Gradazione: 4,7%
Ingredienti: Acqua, Malto d'orzo, luppolo, lievito, zucchero
Temperatura di servizio: 5-6°C
Bicchiere consigliato: Calice
Formati: 0,75 lt
Disponibilità: Tutto l'anno
Colore: Giallo oro
Stile: Blonde Ale

Birra chiara dal corpo leggero e pulito,
caratterizzata da profumi erbacei e floreali.
Gradevolmente rinfrescante e con aroma elegante e delicato.

Birra chiara dal corpo
Birra chiara dal corpo leggero e pulito, caratterizzata da profumi erbacei e floreali.
Condimento:


Condite la polpa di pomodoro con un pizzico di sale e un goccio

Distribuite la salsa sulle pizze e sbriciolatevi sopra 
le mozzarelle di bufala ben sgocciolati.

Cospargete le pizze con il basilico secco.

Disponete le pizze sulla placca del forno e cuocete a 250°C
per circa 8 minuti.

All'uscita dal forno, 
disponete altre mozzarelle di bufala sulle pizze e altro giro

Servite!





martedì 21 giugno 2022

Ravioli dolci con Confettura di Uva di Montepulciano - Cantina Terzini

 





Io ho usato il concentrato di uve di Montepulciano 
è un prodotto esclusivo,
gli acini appartengono al vitigno più importante d'Abruzzo,
il Montepulciano d'Abruzzo.
Viene lavorato a mano per ottenere una vera delizia.
Il colore è nero-viola intenso,
al palato si presenta intenso, prelibato e dolcissima.
In bocca il sapore è persistente con un finale
piacevolmente amarognolo.
La vivacità e il profumo dell'uva rende il prodotto ideale per la colazione.
Le confetture Terzini sono realizzate al naturale.


Consigli d'uso:


Spalmato su fette di pane tostato e per farcire biscotti.
Il suo gusto intenso la rende adatta da abbinare a formaggi freschi e
semi stagionati,
frutta e gelati.
Una volta aperto il baratolo consumarlo entro alcuni giorni.




Ingredienti per la frolla all'olio:





Procedimento:



In una ciotola uniamo le uova intere,
lo zucchero, il pizzico di sale e iniziamo a mescolare con la forchetta.
Man mano unite poca farina alla volta con il lievito fino a quando inizia a formarsi l'impasto.
Spostiamoci sul piano di lavoro infarinato e incorporiamo 
la restante farina fino a formare un panetto elastico che non si attacca alle mani.
Sul piano di lavoro leggermente infarinato 
stendete la frolla ad uno spessore di 4-5 mm.
Con uno stampino per ravioli del diametro di 5 cm
tagliamo tanti cerchi.
Farcite i ravioli con due cucchiaini di Confettura di Uve Montepulciano - Cantina Terzini
chiudete i ravioli sigillando bene i bordi.
Disponete i Ravioli dolci di confettura di uve al Montepulciano
su una teglia rivestita con carta da forno.
Cuocete nel forno preriscaldato a 180°C
(modalità statica) per circa 10 minuti.
I ravioli non devono cuocere molto devono essere leggermente dorati,
la frolla deve risultare morbida.
Una volta raffreddati cospargere con lo Zucchero al velo vanigliato - Paneangeli










mercoledì 15 giugno 2022

Crostata con Crema di Ricotta e Ciliegie

 











Gli amministratori del gruppo #gustosoabruzzo 

per il mese di Giugno hanno scelto le ciliegie di Raiano P.A.T.

Ringrazio:

Niva nevolenuvole

Francesca polveredispezie

Mary unamericanatragliorsi


La ciliegia abruzzese è un prodotto ortofrutticolo fresco

ottenuto dalla coltivazione di diverse varietà di ciliegio dolce.

Le varietà sono: 

Durone locale, Catagnana, Bigarreau, Durone nero,

Ferrovia, Anellone-

L'area di coltivazione in Abruzzo sono in provincia di Chieti

(Giuliano Teatino, Canosa Sannita, Ari, Torrevecchia Teatina).

In provincia dell'Aquila 

(Raiano, Corfinio, Prezza).

Nella zona di Giuliano Teatino le ciliegie venivano coltivate,

fino alla fine degli anni '60 e destinate all'industria dolciaria,

come dimostra tuttora la presenza nella zona di alcune strutture per la trasformazione.

In seguito la coltura è stata riconvertita con varietà

da destinare al consumo fresco.

Nella zona di Raiano, invece,

la coltura è stata destinata al consumo del fresco fin dal primo

periodo pre-bellico.

Le sagre paesane che si svolgono nei comuni di Raiano e Giuliano Teatino,

confermano l'esistenza di una tradizione della coltura del ciliegio.

Nella zona abruzzese l'importanza economica della ciliegia,

come del resto della frutta in genere,

è comunque molto modesta fino alla fine dell'Ottocento e il 

consumo è riservato alle classi particolarmente abbienti o alla gente di campagna.


🍒 🍒 🍒


Ora passiamo alla ricetta:

Crostata con crema di ricotta e ciliegie


Ingredienti per la Frolla all'olio:







Ingredienti per il ripieno:




  • Marmellata di Ciliegie
  • Granella di Nocciole - Paneangeli
  • 250 g di Ricotta di Mucca ben asciutta
  • 1 cucchiaio di Zucchero semolato
  • 250 g di Ciliegie (locali di Raiano)
  • Zucchero semolato per cospargere



































Procedimento:


Frolla all'olio:




In una ciotola unite le uova,
il pizzico di sale e mescolate con una forchetta.

Man mano unite la farina con il lievito,
fino a quando si forma l'impasto.
Spostatevi sul piano di lavoro e unite la restante farina,
fino a formare un panetto elastico
che non si attacca più alle mani
(280 g di farina).

Sul piano di lavoro leggermente infarinato
stendete la frolla di uno spessore di circa 4-5 mm.

Rivestite con la frolla lo stampo
precedentemente imburrato e infarinato.




Ripieno della crostata:


Prepariamo la crema: mescoliamo la ricotta con lo zucchero e l'Estratto di vaniglia naturale - Paneangeli, mettiamo da parte.

Ora snoccioliamo le ciliegie.

Cospargete la frolla con un velo di Marmellata di Ciliegie e la

Ora versiamo tutta la crema di ricotta sul velo di marmellata e stenderlo uniformemente.
Affondiamo le ciliegie snocciolate nella crema di ricotta e 
spolverare le belle ciliegie con lo zucchero semolato.

Infornare a 180°C per 25 minuti circa.
Lasciate raffreddare e sfornate.

Una volta freddo la crostata si conserva in frigo per 3 giorni.
Prima di servirla toglietela dal frigo 20 minuti prima.







venerdì 3 giugno 2022

Insalata di pasta con Pomodorini Olive Nere Basilico e Fiocchi di Latte

 























La Pasta Tiberio è un new entry 

dell'Azienda Agricola Tiberio Ernesto s.a.s. Tollo(CH) Abruzzo

Il Grano è di loro produzione e coltivano due tipi di grani:

"Grano San Carlo" e " Grano Senatore Cappelli".

L'azienda Tiberio hanno 5.000 metri quadri (poco più di mezzo ettaro a campi di Grano.

Da 100 Kg di Grano si ottengono circa 70 Kg di Farina.

Si sono appoggiati a due pastifici.

Alcune varietà  tipo (Penne e Rigatoni entrambi rigati)

sono state lavorati da un pastificio di Ascoli Piceno.

Altri formati di pasta  da un pastificio di Spoltore(PE).

Considerate che l'ultima volta Tiberio Valerio ha portato 125 Kg di Farina e

ha ritirato 120 Kg di Pasta.

Quindi nel complesso da circa 100 Kg di Grano si ottengono

65-70 Kg di Pasta (65% - 70%) .

Hanno diversi formati di pasta:

Chitarra, Fettuccine, Tagliatelle, Penne,

Rigatoni, Sagne e Tacconi.

E' disponibile la vendita vi lascio i contatti:

Azienda Tiberio Ernesto s.a.s. Tollo(CH) Abruzzo

Mail: oleificio@aziendatiberio.it

Telefono:

+39 0871 961286 / 969052

+39 349 5773826 – Valerio

+39 328 8954687 – Lorenzo

+39 328 4777611 Assunta


Con questo caldo a pranzo è ideale un'insalata di pasta e ho scelto le

Penne rigate (Grano San Carlo)

























Passiamo alla ricetta:


Ingredienti per 4 persone:





Procedimento:




Per preparare l'insalata di pasta iniziamo dalla cottura :
Mettiamo a cuocere la pasta in acqua bollente salata 
per il tempo indicato sulla confezione (7 minuti per la mia pasta)
Un consiglio: scolatela al dente.

Una volta scolata la pasta,
passatela sotto l'acqua corrente fredda.
Fatela scolare bene e mettete da parte.

Condimento:

Tagliate i pomodorini a metà e le olive nere a rondelle.
In una ciotola mettiamo i pomodorini tagliati,
le olive a rondelle, l'olio, il basilico spezzettato a mano e un pizzico di sale.
Aggiungere la pasta fredda e i fiocchi di latte,
mescoliamo bene.

Prima di servire l'insalata di pasta mettiamola un'oretta in frigo.

Servire in piatti da portata e altro giro d'Olio extravergine di oliva Biologico - Azienda Tiberio

Buon appetito!











domenica 29 maggio 2022

Chitarrina allo Scoglio

 










Per la Chitarrina allo Scoglio ho scelto un buon vino bianco fresco

Abruzzo Pecorino DOP - Cantina Terzini

Potete acquistare il vino su Store inserendo il codice paola10

Linea Terzini



Appartengono alla Linea Terzini vini in purezza a Denominazione di Origine Controllata.
MontepulcianoCerasuoloTrebbianoPecorino: sono il fiore all'occhiello
prodotto da vitigni autoctoni, che hanno portato in tutto il mondo
ad ottenere riconoscimenti più importanti
del settore vinicolo.
Questa linea di vini nasce per arrivare sulle tavole di tutto il mondo,
ristoranti o case poco importa.
Quello che conta è la soddisfazione della gente che gusta il vino Terzini


Caratteristiche:

Vitigno: Pecorino 100%

Zona di produzione: Tocco da Casauria (PE)

Vendemmia: Ultimi giorni di agosto.

Raccolta manuale dei grappoli.

Le uve accuratamente selezionate giungono in cantina

trasportate in cassette di legno da 15kg.

Vinificazione: Pigiatura soffice delle uve.

Fermentazione a temperatura controllata in serbatoi di acciaio.

Caratteristiche: Cristallino, di colore giallo paglierino, consistente.

L'olfatto intenso e complesso,

fruttato con sentori di frutto a polpa bianca, mineralità.

Leggermente vegetale e fragrante, fresco,

persistente ed equilibrato.

Grado alcolico: 13,5% vol.

Temperatura di servizio: 10-12°C

Abbinamento consigliato: Vino adatto ad accompagnare primi piatti

a base di pesce o verdure.

Formaggi, carni bianche e pesce.


La sesta edizione di 5StarWines & Wine Without Walls, tenutasi dall’1 al 3 aprile a Verona,
ha visto protagonisti 4 vini Terzini che si sono aggiudicati il premio 𝟓S𝐭𝐚𝐫W𝐢𝐧𝐞𝐬.

Il 𝗠𝗼𝗻𝘁𝗲𝗽𝘂𝗹𝗰𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗱’𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣,

𝗧𝗿𝗲𝗯𝗯𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗱'𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣,

𝗣𝗲𝗰𝗼𝗿𝗶𝗻𝗼 𝗱’𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣 ed il 𝗠𝗼𝗻𝘁𝗲𝗽𝘂𝗹𝗰𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗱’𝗔𝗯𝗿𝘂𝘇𝘇𝗼 𝗗𝗢𝗣 𝗹𝗶𝗻𝗲𝗮 𝗗𝘂𝗺ì,

sono stati inseriti nella guida 5StarWines - the Book che funge da garanzia

di qualità per i vini in essa contenuti e certifica il loro valore sul mercato globale.




Ora passiamo alla ricetta:


Ingredienti per 4 persone:

Pasta all'uovo:


  • 400 g di Semola rimacinata di grano duro
  • 4 uova
  • sale q.b.
  • 2-3 cucchiai di olio evo



Per il condimento:




  • 3 Calamari medi
  • 500 g di Mazzancolle
  • 250 g di Cozze 
  • 200 g di Gamberetti rosa
  • 350 g di Scampi
  • 350 di Gamberi dell'Adriatico
  • 1 spicchio d'aglio rosso di Sulmona
  • Pomodorini maturi q.b.
  • Olio evo
  • Abruzzo Pecorino DOP - Cantina Terzini
  • Prezzemolo fresco tritato
  • scalogno
  • 1 piccola carota



Procedimento per la pasta all'uovo:




Setacciate la farina sulla spianatoia,
create la classica fontana,
inserite le uova, il sale fino e l'olio e incominciate a impastare 
fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo;
più lavorate l'impasto e più la pasta resisterà alla cottura.
Avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente e lasciate riposare
per 1 ora in un luogo fresco e asciutto.
Dopo il riposo tagliate diversi pezzi d'impasto e stendete le sfoglie
con un mattarello di uno spessore di 5 mm.
Passate ora le sfoglie stese sull'attrezzo la "Chitarra" anche detto
"lu carratore" e passateci sopra il mattarello.
Disponete gli Spaghetti alla Chitarra sullo stendino o su un vassoio di carta
leggermente infarinato di semola,
lasciate asciugare la pasta.




Procedimento per il condimento:



Per prima cosa passiamo a Pulire le Cozze:
Spazzolate le Cozze con una paglietta, eliminate il bisso e sciacquatele . 
Trasferitele in una  pentola. Coprite e fatele aprire a fiamma alta .
Sgusciate le cozze e filtrate l'acqua di cottura con un colino a maglie molto strette.
Eliminate i gusci vuoti.

Calamari:
Eviscerate e spellate i Calamari.
Lavateli e tagliate a rondelle.
In una padella con un filo d'olio versate lo scalogno, 
la carota e l'aglio tritati finemente.
Aggiungete i Calamari saltate per qualche secondo e sfumate con il vino bianco
fate evaporare il vino.
Spegnete.

Pulite gli Scampi e Gamberi: facendo l'incisione sulla schiena e eliminate
l'intestino con uno stecchino.

In una casseruola con un filo d'olio e l'aglio,
aggiungete i pomodorini tagliati a metà,
un pizzico di sale e unite gli Scampi e Gamberi,
un pochino d'acqua delle cozze,
fate cuocere per pochi minuti.

Aggiungete i Calamari scottati,i Gamberetti e le Cozze sgusciate.
Abbassate la fiamma e cospargete con il prezzemolo tritato.

La cottura della Chitarrina va fatta in abbondante acqua bollente salata e 
per evitare che la pasta si attacca versate un filo d'olio.
Cuocete gli Spaghetti alla Chitarra al dente (circa 2 minuti).
Scolate e trasferite la pasta direttamente nella casseruola
del sugo con il pesce.

Terminate la cottura della pasta aggiungendo un pochino di liquido delle Cozze.
Mescolate e cospargete con altro Prezzemolo tritato, spegnete.
Trasferite gli Spaghetti allo Scoglio nei piatti da portata e servite.


Con la Chitarrina allo Scoglio ci beviamo un buon calice di vino bianco fresco
Temperatura di servizio: 10-12°C








venerdì 29 aprile 2022

Pizza "Pistacchio"

 











Ingredienti per 3 persone:



  • 480 g di Farina 0 W280
  • 280 ml acqua a temperatura ambiente
  • 1,3 g di lievito fresco
  • 14 g di sale fino
  • 10 ml di olio evo




Procedimento:




In una ciotola capiente versare tutta l'acqua e sciogliere il lievito.
Versare metà sul totale della farina e cominciare ad impastare.
Aggiungere a pioggia la restante farina e continuare ad impastare
per circa 10 minuti.
Inserire sale ed olio e continuare a lavorare l'impasto
fino al completo assorbimento degli ingredienti.
Coprire la ciotola con un panno e lasciare riposare per 30 minuti.
Riprendere ad impastare finché l'impasto non risulti liscio ed omogeneo.
Coprire l'impasto con un panno umido e
lasciare lievitare in un luogo caldo per 3 ore.
Passate le 16 ore procedere con lo staglio e la formatura dei panetti da 260 g.
Coprire i panetti e lasciare lievitare per 5 ore.


Ora passiamo alla stesura del panetto:
Sul piano da lavoro da un lato cospargere di semola.
Rovesciare con delicatezza il panetto.
Iniziare la stesura con i polpastrelli,
partendo dal centro verso l'esterno,
facendo attenzione a non schiacciare i bordi,
continuate ad allargare il disco di pasta sulle nocche.
Disponete la pizza sulla pala e copritela con il panno.




Ingredienti per il condimento:



  • 3 etti di Mortadella con Pistacchio
  • 3 Mozzarelle 
  • Pesto al Pistacchio q.b.
  • Granella di Pistacchi
  • gocce di aceto balsamico (opzionale)




Procedimento:





Prendete le pizze stese e cospargete con la Mozzarella a cubetti (scolata)
in modo uniforme,
condire con un filo d'olio e infornare a 200°C per 10-15 min.
Sfornare le pizze e condirle con il Pesto di Pistacchi.
Disponete la Mortadella a ciuffetti sulle pizze.
Cospargete con la Granella di Pistacchi.
Servite ben calde!
Buon appetito!