martedì 12 maggio 2020

Pinse For You






Pinsa caprese rivisitata con pomodoro pesto al basilico
mozzarella e prosciutto crudo




Pinsa con pomodori pelati pomodorini stracciatella di bufala e basilico fresco




Pinsa con pomodori pelati stracciatella di bufala e prosciutto crudo




Ingredienti:

Ricetta di Marco Montuori

  • 1 kg di Farina per Pinsa For You
  • 720 ml di acqua molto fredda (per inesperti)
  • 770 ml di acqua molto fredda (per esperti)
  • 7 g di lievito fresco
  • 4 g di lievito secco in polvere
  • 20 g di sale
  • 20 ml di olio evo 


La farina per Pinsa Romana nasce nel 2001,
un prodotto nato dalla passione per la pianificazione e le
lievitazioni naturali provenienti dagli insegnamenti di un nonno fornaio.

Una grande passione coltivata con lo studio e le ricerche di un padre
che ha spinto alla curiosità.
E' così che nel corso degli anni sono riuscito a ricreare quello che mio nonno
realizzava ma in modo scientifico e preciso.

Questo è il grande segreto.
E' questo che ti fa sentire artigiano.
Un giusto equilibrio nel mix utilizzato, una farina di frumento forte,
la farina di soia che dona colore e friabilità al posto
dei grassi dello strutto.
Poi c'è la farina di riso, un riso cotto per dare croccantezza fuori dal  comune.

Per finire la pasta madre essiccata che rende unica la maturazione e la
fragranza degli impasti,
donando sapori e profumi di pane antico.
L'alta idratazione renderò la Pinsa estremamente leggera e digeribile.

La forma della Pinsa gli ricorda le pagnotte che la sua nonna
cuoceva per "saggiare" il forno,
come gli antichi che allungavano la pasta invece di farla tonda.
Così è nata la forma ovale.


Valori nutrizionali:


Valore medio per 100g       

Umidità: 14,5%
Proteine: 16,4%
Carboidrati: 64,5%
Zuccheri: 0,6%
Grassi: 1,3%
Di cui saturi: 0,3%
Fibre: 1,9%

















Procedimento:



Mescolate insieme la farina e il lievito.
Versate la prima parte d'acqua(55% del peso della farina) e impastate fino
ad ottenere un impasto compatto, ora pian piano fate assorbire
un ulteriore 10% e impastate fino a farla assorbire tutta.

Lasciate riposare per 5 minuti,
dopodiché aggiungete il sale e l'olio evo e impastate fino al loro assorbimento.

Aggiungete l'ultimo 10% di acqua(per un totale del 75% del peso della farina).
L'impasto sarà appiccicoso e difficile da lavorare,
fatelo riposare per 10/15 minuti.
Dopo il riposo rimpastate la massa per farla diventare liscia e riponetela
in un contenitore capiente e chiuso.

Potete riporre il contenitore nel frigo dopo un riposo a temperatura
ambiente di circa 2 ore.
Lasciate riposare tutta la notte in frigo fino alle 24 ore e formate le
pagnottine da 250gper una pinsa classica.

Una volta raddoppiate (ci vorranno 2 ore),
stendetele sullo Spolvero di Riso e infornatele con i vostri ingredienti preferiti.
Cuocete direttamente su pietra a 310/320°C





1 commento:

  1. Adoro la pinsa!! devo provare al più presto la tua ricetta :D

    RispondiElimina